Un'affascinante tela di Orsola Maddalena Caccia (1596-1676) - Antiquares
21386
product-template-default,single,single-product,postid-21386,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
Madonna-con-Bambino-1aMadonna-con-Bambino-2aMadonna-con-Bambino-3Madonna-con-Bambino-4Madonna-con-Bambino-5Madonna-con-Bambino-6Madonna-con-Bambino-7Madonna-con-Bambino-8Madonna-con-Bambino-9Madonna-con-Bambino-10Madonna-con-Bambino-11Madonna-con-Bambino-12Madonna-con-Bambino-13Madonna-con-Bambino-14Madonna-con-Bambino-15

Un’affascinante tela di Orsola Maddalena Caccia (1596-1676)

Descrizione

La piccola e deliziosa tela, raffigurante Madonna con Bambino, può essere ricondotta alla produzione a carattere devozionale della pittrice Orsola Maddalena Caccia.
Figlia del più noto pittore Guglielmo Caccia, detto il Moncalvo, Orsola è conosciuta per essere stata una delle poche donne ad affermarsi nello scenario pittorico dell’epoca.
Presi i voti, prima presso le Orsoline e poi presso il convento di Moncalvo, si dedicò alla pittura con una propria spiccata identità.
La sua produzione non si  limitò alla ripetizione delle opere del padre, ma si caratterizzò per uno stile compositivo semplice ed equilibrato, molto attento alla verticalità ed alla precisione e cura dei dettagli.
Elemento che aiuta nella attribuzione, anche in questo caso, è il fiore che la pittrice era solita mettere in tutte le composizioni, anche quelle a carattere sacro.
Una specie di firma che la contraddistingue.
La nostra opera, commovente oltre che qualitativa, proviene da un castello della Lombardia.
Il dipinto è in prima tela e non è stato mai pulito.
Si tratta anche per questo di una vera e propria “perla” per un collezionista.

Il telaio misura 50 cm per 63 cm, mentre la cornice 63 cm per 70 cm.