Scena di genere Veneta del ’700, seguace di Francesco Maggiotto (Venezia, 1738 – Venezia, 13 settembre 1805) - Antiquares
7270
product-template-default,single,single-product,postid-7270,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
articolo181-1articolo181-2articolo181-3articolo181-4articolo181-6articolo181-7articolo181-8articolo181-9articolo181-11articolo181-12articolo181-10articolo181-5

Scena di genere Veneta del ’700, seguace di Francesco Maggiotto (Venezia, 1738 – Venezia, 13 settembre 1805)

COD: 181 Categoria:
Descrizione

Olio su tela della metà del Settecento, di origine Veneta, raffigurante scena di genere. Opera collocabile nella cerchia pittorica di Francesco Fedeli, detto il Maggiotto ( Venezia, 1738 – Venezia, 1805), pittore italiano noto soprattutto per le raffigurazioni di allegorie e scene di genere. Francesco, figlio di Domenico Fedeli, anche lui detto Maggiotto, continuò con lo stile del padre pur essendo influenzato da pittori del calibro di Gianbattista Pittoni, Tiepolo e Francesco Zuccarelli. Particolarmente apprezzato dai contemporanei ebbe tra i suoi allievi Natale Schiavoni e Francesco Hayez. Il nostro dipinto, di attribuzione pressochè certa viste le inequivocabili caratteristiche stilistiche, è molto gradevole per soggetto e qualità pittorica. Corredata da una cornice lignea a foglia argento, originale e coeva alla pittura, l’opera misura nel complesso cm 58 per cm 48, mentre la sola tela è di cm 45 per cm 38. In buonissime condizioni di conservazione, il dipinto, rintelato ed appena pulito, appare integro all’analisi della lampada di wood. Ne consigliamo l’acquisto ai collezionisti ed agli investitori, trattandosi di oggetto apprezzabile, molto ricercato sul mercato e proposto ad un ottimo rapporto qualità prezzo.