Un affascinante filosofo in terracotta di fine ‘700 - Antiquares
474
product-template-default,single,single-product,postid-474,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
antiquares-busto-terracotta-6-1antiquares-busto-terracotta-12-1antiquares-busto-terracotta-14-1antiquares-busto-terracotta-5-1antiquares-busto-terracotta-15-1antiquares-busto-terracotta-3-1antiquares-busto-terracotta-10-1antiquares-busto-terracotta-4-1antiquares-busto-terracotta-1-1antiquares-busto-terracotta-8-1antiquares-busto-terracotta-13-1antiquares-busto-terracotta-7-1antiquares-busto-terracotta-9-1antiquares-busto-terracotta-2-1antiquares-busto-terracotta-11-1

Un affascinante filosofo in terracotta di fine ‘700

Descrizione

Ha catturato da subito il mio interesse di appassionato questo imponente busto in terracotta, nel quale mi sono imbattuto quasi per caso, e che non ho resistito dal comprare, pur non essendo propriamente il genere di opere che tratto abitualmente.
Nell’acquisto di un’opera d’arte il primo impatto è fondamentale; come una sorta di colpo di fulmine che colpisce i due protagonisti determinando il destino dell’oggetto, che prosegue la sua storia nelle mani dell’innamorato.
Come in tutti i rapporti poi, è la frequentazione che stabilisce se sia amore; molte volte guardiamo con più attenzione ciò che abbiamo scelto e ci chiediamo chi ce l’abbia fatto fare.
Non è questo il caso.
Dopo lo stupore inziale per il forte impatto visivo, l’analisi del busto infatti ha più che rafforzato le mie sensazioni, convincendomi di aver scelto con il cuore, ma sicuramente bene.
L’affascinante personaggio modellato nella terracotta, a cavallo tra Sette ed Ottocento, a grandezza superiore al naturale è probabilmente un filosofo (magari Socrate), dalla lunga e folta barba, il volto corrugato, come in riflessione, e la veste legata con un nodo all’altezza della spalla, all’antica.
La splendida patina che caratterizza oggi il materiale, di un caldo color miele, vissuto ma ancora omogeneo, contribuisce a rendere ancora più intrigante l’oggetto, straordinario anche dal punto di vista decorativo; magari posto in alto, in una bella base moderna appositamente realizzata.
Il busto è alto 83 cm, largo 67 e profondo 42.
Ovviamente, lo sottolineo per i meno esperti, il foro che si trova sulla parte alta del capo serve in fase di cottura, permettendo al materiale di non “scoppiare” con il calore.
La scelta di posizionare quel necessario espediente nella parte superiore probabilmente deriva dal posizionamento del busto, nato per essere esposto in alto, magari in serie con altri, come suggerisce del resto la sua grande dimensione.

VENDUTO