San Tommaso - Antiquares
12586
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-12586,theme-antiquares,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-32676

San Tommaso

Antiquares si offre di valutare dipinti raffiguranti
San Tommaso

Potete richiedere il nostro parere, per una stima del valore di un'opera, con questo soggetto, che avete in collezione, o che avete ricevuto in eredità. Siamo disponibili ad acquistare quadri raffiguranti San Tommaso dopo una prima visione in foto ed un successivo approfondimento dal vivo. Potete utilizzare i moduli di contatto o i form di valutazione, per una prima stima gratuita e non vincolante. Riceverete una prima indicazione sul valore reale del vostro quadro.

Category
Iconografia, T
About

Tommaso Didimo nasce in Galilea ed è uno dei dodici Apostoli di Cristo. L’episodio più noto della sua vita religiosa è senza dubbio quello raccontato da Giovanni nel Nuovo Testamento, noto come “l’incredulità di Tommaso”. L’Apostolo evangelizzò la Siria e la città di Edessa. Fondò la comunità di Babilonia, dove visse per circa sette anni. Si spinse fino in India Occidentale, ove arrivò nell’anno 52. Tommaso iniziò la sua predicazione nella città portuale di Muziris, dove era presente una fiorente colonia ebraica. Dopo aver convertito al cristianesimo gli ebrei, riuscì a convincere pure molti indiani, la maggior parte dei quali apparteneva alle caste superiori; ciò aiutò San Tommaso a proseguire la sua opera di evangelizzazione, senza incontrare ulteriori ostacoli. Giunse poi perfino in Cina a compiere la sua opera di evangelizzazione. Tornato in India, si fermò nella parte orientale. Tommaso morì a Mailapur, sulla coste del Coromandel, nella parte sudorientale dell’India. Negli Atti di Tommaso si narra che venne trafitto da una lancia, per ordine del Re Miasdaeus (Vasudeva I). Il martirio avvenne su di una collina nei pressi di Chennai, capitale del Tamil Nadu, il 3 Luglio dell’anno 72. E’il Santo Patrono di architetti e geometri. Spesso rappresentato con la spada e la lancia, simboli del suo martirio, e nell’atto di toccare il costato di Gesù.