Sant’ Elena - Antiquares
12051
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-12051,theme-antiquares,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-32676

Sant’ Elena

Antiquares si offre di valutare dipinti raffiguranti
Sant’ Elena

Potete richiedere il nostro parere, per una stima del valore di un'opera, con questo soggetto, che avete in collezione, o che avete ricevuto in eredità. Siamo disponibili ad acquistare quadri raffiguranti Sant’ Elena dopo una prima visione in foto ed un successivo approfondimento dal vivo. Potete utilizzare i moduli di contatto o i form di valutazione, per una prima stima gratuita e non vincolante. Riceverete una prima indicazione sul valore reale del vostro quadro.

Category
E, Iconografia
About

Madre dell’Imperatore Costantino, nacque nel Golfo di Nicomedia, attorno al 250. Era di famiglia modesta. Dal Matrimonio con Costanzo Cloro (al servizio dell’Imperatore Aureliano), nacque Costantino nel 274. Nel 293, Costanzo lasciò Elena per volere di Diocleziano, ma lei non si risposò. Quando Costantino divenne Imperatore, probabilmente seguì il figlio. Si convertì al Cristianesimo e partì per la Terra Santa, dove fece costruire numerose chiese e dove si prodigò in atti di carità cristiana. La tradizione narra che Elena, salita sul Golgota per purificare il sacro luogo dagli edifici pagani costruiti dai romani, ritrovò la tomba di Cristo e con essa la vera Croce (ritrovandola a ssieme a quella dei due ladroni). Venne eseguita una prova che fosse proprio quella: venne posto sulla croce il cadavere di un uomo, il quale resuscitò. Questo miracolo è stato rappresentato da molti artisti, famosi sono i dipinti nella Basilica di Santa Croce in Gerusalemme di Roma, e quelli presenti nel famoso ciclo di san Francesco ad Arezzo, firmato da Piero della Francesca (1416/1417 ca.-1492). Nell’iconografia è spesso raffigurata assieme al Figlio Costantino, ai piedi della Croce di Cristo, oppure nell’atto del ritrovamento della Croce stessa.