Sant’ Ubaldo - Antiquares
12544
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-12544,theme-antiquares,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-32676

Sant’ Ubaldo

Antiquares si offre di valutare dipinti raffiguranti
Sant’ Ubaldo

Potete richiedere il nostro parere, per una stima del valore di un'opera, con questo soggetto, che avete in collezione, o che avete ricevuto in eredità. Siamo disponibili ad acquistare quadri raffiguranti Sant’ Ubaldo dopo una prima visione in foto ed un successivo approfondimento dal vivo. Potete utilizzare i moduli di contatto o i form di valutazione, per una prima stima gratuita e non vincolante. Riceverete una prima indicazione sul valore reale del vostro quadro.

Category
Iconografia, U
About

La data di nascita, non precisa, dovrebbe attestarsi attorno all’anno 1085. Alla morte del padre Rovaldo (di origini tedesche),  venne affidato allo zio che curò la sua formazione intellettuale e religiosa. Studiò dai canonici di San Secondo e San Mariano . Venne ordinato sacerdote nell’anno 1114, poi canonico della cattedrale eugubina. Si adoperò per la ricostruzione del duomo e dell’ospedale di Gubbio, dopo l’incendio del 1125. Nel 1129 venne ordinato vescovo, da Papa Onorio II. Rifiutava le magnificenze ed i ricchi paramenti, era parco in tutte le cose. Rifiutò di aiutare e facilitare perfino i parenti, per senso di giustizia ed equità. Trattò direttamente con Federico Barbarossa, per evitare la distruzione da parte delle sue truppe. Venne colpito da una insolita malattia che generava pustole dolorose. Continuò lo stesso a portare avanti la sua opera, morendo il 16 Maggio 1160. A causa della enorme devozione di fedeli il suo funerale venne celebrato solamente quattro giorni dopo la sua morte. Il suo emblema è il bastone pastorale.