Vetrinette Antiche - Antiquares
583
page-template-default,page,page-id-583,theme-antiquares,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-32676

Vetrinette Antiche

Antiquares  effettua valutazioni di mobili antichi, stime di eredità o catalogazione di intere collezioni d’arte.
Siamo membri dell’AAI, Associazione Antiquari Italiani, operando con passione e serietà nel settore da più di quindici anni.
Se desiderate avere una valutazione delle vostre vetrinette antiche, potete contattarci al n.340/8110226, mandarci una mail all’indirizzo: antiquares@gmail.com oppure compilare il form apposito, comprensivo di tutti i dati e delle foto dell’oggetto.

Vetrinette Antiche
(Origini – Storia – Caratteristiche)

Le vetrinette antiche nascono per l’esigenza di mettere in mostra i propri servizi pregiati, gli oggetti preziosi o collezionati.
Tale tipologia di arredo deriva in maniera imprescindibile dalle credenze.
Nato come mobile senza pretese, atto a riporre cibi ed utensili, fu modificata per primi dai francesi. La vetrinetta diviene così un mobile sempre più di prestigio; vengono aggiunti ripiani, gradini e poi gli sportelli.
Viene trasferita nella sala da pranzo, dove vengono mostrate dapprima le vivande fredde e successivamente i vari servizi pregiati.
Nel ‘600, cominciano a venire esposti ori ed argenti e dall’essenza di noce si passa a quella di ebano.
La vetrinetta vera e propria fa la sua comparse nel XVIII secolo.
Si tratta di un mobile con due parti sovrapposte, che presenta nella parte superiore ante a vetri.
Il loro grande sviluppo avviene però in seguito, con il Rococò: divengono numerose e sfarzose, ricche, tanto da diventare quasi delle opere d’arte. Si usa ancora il legno di noce, ma anche rovere, pioppo, castagno ed abete. Molto diffusa è la radica di noce. Questi mobili vengono laccati con decorazioni orientaleggianti, motivi floreali e marini, intarsi in bronzo e dorature.
Tra il XIX ed il XX secolo, sotto l’influenza dello stile impero, si sviluppano vetrinette dai temi semplici, con l’utilizzo di legni esotici, con tonalità scure.